Dom. Apr 14th, 2024

Floresta, il comune più alto della Sicilia

Floresta è un piccolo comune della città metropolitana di Messina, situato sui Monti Nebrodi, a 1275 metri sul livello del mare. È il comune più alto della Sicilia e fa parte del Parco dei Nebrodi, un’area naturale protetta che ospita una ricca biodiversità e un patrimonio culturale e storico di grande valore.

Il nome Floresta deriva dal latino “Foresta”, che indica la presenza di una fitta foresta di alberi di alto fusto, sfruttata in epoca romana per la costruzione di navi. Si presume che i primi abitanti del luogo fossero prigionieri di guerra o schiavi impiegati in questo lavoro, che poi diedero origine al primo insediamento. Questo fu abbandonato nell’alto medioevo per le difficoltà di comunicazione e approvvigionamento durante i rigidi inverni. Ancora oggi a Floresta d’inverno ci sono abbondanti nevicate che rendono inaccessibili le strade.

La storia di Floresta

Nel XIV secolo, il territorio di Floresta entrò a far parte dei domini di Federico d’Aragona e divenne feudo. Nel 1619, Filippo III di Spagna concesse il titolo di “Marchese della Foresta di San Giorgio e Grassetta” ad Antonio Quintana Duegna, che diede impulso allo sviluppo del centro. Nel 1820, Floresta ottenne l’autonomia comunale e si dotò di un impianto urbano organizzato attorno alla chiesa madre di Sant’Anna e alle vie principali.

Il Borgo Medievale

Floresta conserva ancora oggi il fascino di un borgo medievale, con le sue case in pietra, i suoi vicoli stretti e le sue tradizioni popolari. Tra queste, spicca la festa della patrona Sant’Anna, che si celebra il 26 luglio con una processione, una fiera e uno spettacolo pirotecnico. Altre manifestazioni tipiche sono la sagra del fungo porcino, che si tiene a settembre, e la sagra della castagna, che si svolge a ottobre.

Floresta e la natura

Floresta offre ai visitatori la possibilità di ammirare splendidi panorami sui monti e sui due mari, il Tirreno e lo Ionio, che si scorgono in lontananza. Il territorio è ricco di risorse naturali, come i boschi di faggio, le sorgenti d’acqua, i pascoli, i frutti di bosco, i funghi e le castagne. Tra le attrazioni naturalistiche, si segnalano il lago Maulazzo, il lago Biviere, il lago Trearie e il monte Soro, la vetta più alta dei Nebrodi.

Cosa vedere a Floresta

Floresta è anche un luogo di cultura e di storia, che conserva testimonianze di varie epoche e stili. Tra le architetture religiose, si possono ammirare la chiesa madre di Sant’Anna, in stile barocco, la chiesa di San Giorgio, in stile gotico, la chiesa di San Sebastiano, in stile rinascimentale, e la chiesa di San Francesco, in stile romanico. Tra le architetture civili, si possono visitare il palazzo marchionale, il palazzo municipale, il palazzo del barone e il mulino ad acqua.

Palazzo Municipale

Turismo a Floresta

Floresta è un comune che merita di essere scoperto e apprezzato per le sue bellezze naturali, artistiche e gastronomiche. È una meta ideale per chi ama il contatto con la natura, le escursioni, il relax e la cultura. Floresta è il comune più alto della Sicilia, ma anche uno dei più affascinanti e accoglienti.

Di Giuseppe Cianci

Sono Giuseppe, 66 anni, fotografo per passione, webmaster, writer ed amante dei viaggi. Amo la mia Sicilia, che io considero l'isola più bella al mondo. Come blogger, racconto di tutto quello che mi interessa, dagli eventi ai viaggi, dalla politica alla difesa dei diritti dei più deboli. Scrivo in modo diretto, mi piace avere sempre un tono di voce cordiale e sincero.

error: Content is protected !!