Mer. Giu 19th, 2024

Il Santuario della Madonna delle Lacrime è un luogo di grande importanza religiosa e culturale situato a Siracusa, in Sicilia. Questo santuario mariano è stato eretto in memoria di un evento miracoloso che ha avuto luogo nel 1953.

Storia del Santuario

Nel 1953, un’effigie in gesso raffigurante il Cuore Immacolato di Maria, posta al capezzale dei coniugi Iannuso nella loro umile abitazione in via degli Orti a Siracusa, ha iniziato a lacrimare. Questo evento miracoloso si è ripetuto per almeno 58 volte tra il 29 agosto e il 1º settembre dello stesso anno. L’evento, ha suscitato la commozione di un’immensa moltitudine di fedeli. Le lacrime raccolte sono state sottoposte ad un’analisi scientifica, risultando di analoga composizione del liquido lacrimale umano.

Costruzione del Santuario

La costruzione del Santuario ha avuto inizio nel 1966, dopo che il progetto fu affidato agli architetti francesi Michel Andrault e Pierre Parat a seguito di un bando di concorso internazionale. La costruzione si è conclusa solo nel 1994 a causa di molte polemiche legate alla modernità del progetto.

Caratteristiche del Santuario

Il Santuario è alto circa 103 metri e ha un diametro di 71,40 metri. Può ospitare fino a 11.000 persone in piedi e circa 6.000 sedute.

Eventi e Celebrazioni

Il Santuario della Madonna delle Lacrime ospita numerosi eventi e celebrazioni durante l’anno. Ad esempio, il 5 e il 6 novembre 2023 hanno segnato una tappa importante nel 70° Anniversario della Lacrimazione della Madonna a Siracusa, nel ricordo della Visita Pastorale di San Giovanni Paolo II che, nel 1994, dedicò e consacrò il Santuario alla Madonna delle Lacrime.

Il Reliquiario

Il reliquiario del Santuario della Madonna delle Lacrime di Siracusa è un elemento centrale del santuario, poiché contiene le lacrime di Maria. Il reliquiario è stato creato dal Prof. Biagio Poidimani di Siracusa, professore all’Accademia delle Belle Arti di Roma.

Il reliquiario è esposto in una teca posta sull’Altare maggiore della Cripta. È composto da tre piani sovrapposti:

  • Nel primo piano è custodita parte di un panno ricamato utilizzato dalla Sig.ra Antonina Giusto per coprire e custodire il quadretto, che spesso era interamente bagnato dalle lacrime. Inoltre, vi sono la metà di un fazzoletto anch’esso impregnato di lacrime, donato dalla Sig.ra Lisetta Toscano Piccione, la provetta in cui fu riposto il liquido prelevato dagli occhi del quadretto dalla Commissione Scientifica il 1° settembre (circa 30 gocce), e alcuni batuffoli di cotone.
  • Nel secondo piano, quattro pannelli ricordano il prodigio: la riproduzione del quadretto prodigioso; la lacrimazione nella camera da letto dei coniugi Iannuso; l’esposizione del quadretto in via degli Orti; il quadretto posto in piazza Euripide, primo “Santuario” all’aperto.
  • Nel terzo piano, custodita da quattro angeli, sta l’urna di vetro in cui vi è la fialetta che contiene le ultime lacrime, quelle rimaste dopo l’indagine scientifica.

Il reliquiario è stato sigillato l’8 maggio 1954, e sulla base del reliquiario vi è un’incisione in latino: “O Vergine delle Lacrime, strappa dalla durezza del nostro cuore lacrime di pentimento – 29 agosto 1953”. Il reliquiario è un simbolo potente di fede e devozione e rappresenta un punto di riferimento per i fedeli che visitano il santuario.

In conclusione, il Santuario della Madonna delle Lacrime di Siracusa è un luogo di grande importanza religiosa e culturale, un simbolo di fede e devozione che attrae migliaia di pellegrini ogni anno.

Di Giuseppe Cianci

Sono Giuseppe, 66 anni, fotografo per passione, webmaster, writer ed amante dei viaggi. Amo la mia Sicilia, che io considero l'isola più bella al mondo. Come blogger, racconto di tutto quello che mi interessa, dagli eventi ai viaggi, dalla politica alla difesa dei diritti dei più deboli. Scrivo in modo diretto, mi piace avere sempre un tono di voce cordiale e sincero.

error: Content is protected !!