Sab. Apr 20th, 2024

L’Epifania è una festa cristiana che si celebra il 6 gennaio, in cui si ricorda la manifestazione di Gesù Cristo ai Magi, venuti da lontano per adorarlo.

Origini

Ma quali sono le origini storiche e culturali di questa festa? Qual è il significato della figura della Befana, che porta doni o carbone ai bambini nella notte tra il 5 e il 6 gennaio?

L’origine del termine Epifania deriva dal greco antico epìphaneia, che significa “apparizione, rivelazione, manifestazione”. La festa dell’Epifania ha una tradizione antichissima, che risale al II secolo d.C., quando alcuni gruppi di cristiani gnostici celebravano il battesimo di Gesù, credendo che fosse il momento in cui si era incarnato il Cristo.

In seguito, la festa fu adottata dalla Chiesa cristiana orientale, che vi associò anche il ricordo dell’adorazione dei Magi e del primo miracolo di Gesù a Cana. Nel IV secolo, l’Epifania si diffuse anche in Occidente, dove fu accolta dalla Chiesa di Roma nel V secolo.

Tradizioni pagane

La festa dell’Epifania ha assorbito anche elementi di antiche tradizioni pagane, legate al solstizio d’inverno e alla rinascita della natura. In particolare, la figura della Befana ha origine da antichi riti propiziatori, in cui si credeva che delle donne volanti, guidate dalla dea Diana o da Sàtia, sorvolassero i campi per favorire i raccolti.

La Befana rappresenta anche l’anno vecchio, logoro e consumato, che viene spazzato via con la scopa per lasciare spazio al nuovo.

Il nome Befana potrebbe derivare da una corruzione lessicale di epifania, attraverso bifanìa e befanìa. La Befana porta doni ai bambini buoni e carbone a quelli cattivi. Quest’usanza si ricollega alla tradizione dei regali augurali dei Saturnali romani, dedicati alla divinità di Strenia, o a quella di San Nicola e Babbo Natale.

Leggende legate alla festa dell’Epifania

Secondo una leggenda, la Befana sarebbe una vecchia signora che rifiutò di seguire i Magi nella loro ricerca del Bambino Gesù, e che ora spera di incontrarli ogni notte dell’Epifania.

La festa dell’Epifania è ricca di usanze e leggende popolari, che variano da regione a regione. In Italia, la Befana è molto sentita a Roma, dove si dice che abiti sui tetti di piazza Navona, dove si svolge un mercatino natalizio.

In altre zone, la Befana ha nomi diversi, come Barbasa, Vecchia, Redodesa, Marantega, Berola. La notte dell’Epifania è considerata magica, e si dice che gli animali parlino nelle stalle e nei boschi. In alcune città, si bruciano dei fantocci vestiti di stracci, per simboleggiare la fine dell’anno vecchio e l’inizio di quello nuovo.

L’Epifania è una festa che unisce il significato religioso della rivelazione di Dio agli uomini nel suo Figlio, con il valore simbolico della rinascita della natura e del tempo.

In conclusione la Befana è un personaggio che esprime la saggezza e la generosità della tradizione popolare, e che porta allegria e speranza ai bambini e agli adulti.

Di Giuseppe Cianci

Sono Giuseppe, 66 anni, fotografo per passione, webmaster, writer ed amante dei viaggi. Amo la mia Sicilia, che io considero l'isola più bella al mondo. Come blogger, racconto di tutto quello che mi interessa, dagli eventi ai viaggi, dalla politica alla difesa dei diritti dei più deboli. Scrivo in modo diretto, mi piace avere sempre un tono di voce cordiale e sincero.

error: Content is protected !!