Mer. Giu 19th, 2024

Negli ultimi tempi, l’Italia ha assistito a una crescente mobilitazione degli agricoltori. Queste proteste, che hanno visto la partecipazione di trattori e altri mezzi agricoli, sono state alimentate da una serie di questioni che affliggono il settore agricolo.

Le politiche europee

Uno dei principali motivi di protesta riguarda le politiche europee, in particolare il “Green Deal” e la Politica Agricola Comune (PAC). Gli agricoltori sostengono che queste politiche mettano a rischio l’intero sistema primario.

La PAC, ad esempio, prevede l’obbligo di lasciare a riposo il 4% dei terreni per scopi non agricoli, condizione essenziale per accedere ai contributi comunitari. Inoltre, è previsto l’obbligo di effettuare rotazioni delle colture e di ridurre l’uso di fertilizzanti di almeno il 20%. Queste decisioni, secondo gli agricoltori, renderebbero il settore agricolo europeo meno competitivo.

La crisi del settore agricolo

Un altro motivo di protesta è la crisi che affligge il settore agricolo. Negli ultimi 15 anni, in Europa sono scomparse 5,3 milioni di aziende agricole, di cui quasi 600 mila erano italiane. A ciò si aggiungono le difficoltà causate dalla pandemia, la guerra in Ucraina e la conseguente speculazione alimentare.

La tutela del Made in Italy

Gli agricoltori italiani stanno inoltre protestando per chiedere una maggiore tutela del Made in Italy. Essi denunciano la presenza sul mercato di prodotti dall’estero che vengono poi spacciati per nazionali.

Conclusione

La mobilitazione degli agricoltori in Italia è un segnale forte di un settore in crisi, che chiede un cambiamento nelle politiche europee e nazionali. Le proteste continuano, con gli agricoltori pronti a portare i loro trattori fino a Bruxelles e Roma, nella speranza che le loro richieste vengano accolte.

Di Giuseppe Cianci

Sono Giuseppe, 66 anni, fotografo per passione, webmaster, writer ed amante dei viaggi. Amo la mia Sicilia, che io considero l'isola più bella al mondo. Come blogger, racconto di tutto quello che mi interessa, dagli eventi ai viaggi, dalla politica alla difesa dei diritti dei più deboli. Scrivo in modo diretto, mi piace avere sempre un tono di voce cordiale e sincero.

error: Content is protected !!