Ven. Apr 19th, 2024

Recentemente, un episodio ha acceso il dibattito politico in Italia, mettendo in luce un fenomeno noto come “doppio standard” nei media.

Il caso

Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ha insultato la premier Giorgia Meloni durante una manifestazione a Roma. Questo episodio ha sollevato molte polemiche, ma ciò che ha colpito di più è stata la reazione, o meglio, la mancanza di reazione da parte di alcuni settori dei media e della politica.

Il doppio standard

Se le parti fossero state invertite, con un governatore di centrodestra che insulta un premier di sinistra, probabilmente la reazione sarebbe stata diversa. I media “progressisti” avrebbero probabilmente gridato alla torsione autoritaria, se non al pericolo di fascismo. Questo è un esempio di “doppio standard”, dove si applicano criteri diversi a situazioni simili a seconda delle parti coinvolte.

Le conseguenze

Questo doppio standard può avere conseguenze negative sulla percezione della politica e dei media da parte del pubblico. Può alimentare la sfiducia e l’alienazione, oltre a polarizzare ulteriormente il dibattito politico.

Conclusione

È importante che i media mantengano un approccio equilibrato e imparziale nella copertura degli eventi politici. Il rispetto dovrebbe essere la norma, indipendentemente dall’orientamento politico delle parti coinvolte. Solo così si può garantire un dibattito pubblico sano e costruttivo.

Di Giuseppe Cianci

Sono Giuseppe, 66 anni, fotografo per passione, webmaster, writer ed amante dei viaggi. Amo la mia Sicilia, che io considero l'isola più bella al mondo. Come blogger, racconto di tutto quello che mi interessa, dagli eventi ai viaggi, dalla politica alla difesa dei diritti dei più deboli. Scrivo in modo diretto, mi piace avere sempre un tono di voce cordiale e sincero.

error: Content is protected !!