Gio. Apr 18th, 2024
Un Cormorano a Marina di Ragusa foto di Giuseppe Cianci

Il Cormorano

Tra le specie di uccelli che popolano le acque e le coste della Sicilia, una delle più affascinanti è il cormorano, un volatile di grandi dimensioni dal piumaggio scuro e dal becco ad uncino. Il cormorano appartiene alla famiglia dei Falacrocoracidi e al genere Phalacrocorax, che comprende diverse sottospecie diffuse in tutto il mondo. In Italia, la specie più comune è il cormorano comune (Phalacrocorax carbo), che si può trovare sia nelle acque marine che in quelle interne, come laghi, fiumi e stagni.

Il cormorano è un uccello molto sociale, che vive in colonie numerose e rumorose, nidificando sugli alberi o sulle scogliere. Costruisce il suo nido con ramoscelli, alghe e fango, e vi depone da 3 a 5 uova, che cova per circa 30 giorni. I pulcini sono ricoperti da un piumino bianco e restano nel nido per 50-60 giorni, prima di imparare a volare e a pescare.

La pesca è l’attività principale del cormorano, che si nutre di pesci, crostacei e molluschi. Questo uccello è dotato di una vista eccellente, sia in superficie che sott’acqua, grazie alla membrana nittitante che protegge il suo occhio. Il cormorano è in grado di immergersi fino a 9 metri di profondità e di restare sott’acqua per un minuto, grazie al suo apparato respiratorio ben sviluppato. Per catturare le sue prede, usa il suo becco a uncino e le sue zampe palmate, che gli conferiscono una grande agilità.

Tuttavia, il cormorano ha anche dei limiti: il suo piumaggio non è molto impermeabile, perché la ghiandola uropigea, che produce un olio protettivo, è atrofizzata. Per questo motivo, il cormorano deve asciugare le sue penne dopo ogni immersione, spiegando le ali al sole. Questa è una delle pose tipiche di questo uccello, che lo rende facilmente riconoscibile.

Il cormorano è una specie protetta dalla Convenzione di Berna e dalla Direttiva Uccelli dell’Unione Europea, ma è anche oggetto di controversie con i pescatori, che lo ritengono un concorrente e un predatore dei pesci di interesse commerciale. In realtà, il cormorano si adatta facilmente alle variazioni delle risorse alimentari e non ha un impatto significativo sulle popolazioni ittiche. Al contrario, il cormorano è un indicatore dello stato di salute degli ecosistemi acquatici e della biodiversità.

Il cormorano è quindi un uccello affascinante e importante, che merita di essere conosciuto e rispettato. Chi ha la fortuna di visitare le coste siciliane, può ammirare questo corvo dei mari, che con il suo volo elegante e la sua abilità subacquea, arricchisce il paesaggio e la fauna dell’isola.

Di Giuseppe Cianci

Sono Giuseppe, 66 anni, fotografo per passione, webmaster, writer ed amante dei viaggi. Amo la mia Sicilia, che io considero l'isola più bella al mondo. Come blogger, racconto di tutto quello che mi interessa, dagli eventi ai viaggi, dalla politica alla difesa dei diritti dei più deboli. Scrivo in modo diretto, mi piace avere sempre un tono di voce cordiale e sincero.

error: Content is protected !!