Ven. Apr 19th, 2024

Calatafimi Segesta è una città siciliana ricca di eventi storici notevoli, dalle sue origini attribuite agli Elimi fino ai tempi più recenti.

Origini e Fondazione

Secondo la storia e la mitologia, la città di Calatafimi, all’epoca chiamata solo Segesta, fu fondata da antichi greci che fuggirono dalla città di Troia. Questo luogo era interessante già a quei tempi, grazie anche alle vicine Terme Segestane, che rappresentano uno dei punti più importanti della città, sia dal punto di vista turistico che culturale. In base alle ricostruzioni storiche, furono i greci a fondare la popolazione degli Elimi, definiti come i primi abitanti della Sicilia, insieme ai Siculi e ai Sicani.

Il Medioevo

Il Medioevo è un periodo particolarmente significativo per Calatafimi Segesta, in quanto raggiunge il suo massimo splendore durante la dominazione araba in Sicilia. Durante questo periodo, il Castello Eufemio, la monumentale fortificazione cittadina di cui oggi rimangono alcuni resti, era utilizzato come centro amministrativo e militare. Ha avuto in importante ruolo nel proteggere la città dai nemici.

Battaglia di Calatafimi Segesta

Tra i momenti più iconici avvenuti in questa città, vi è certamente la Battaglia di Calatafimi Segesta, il primo scontro della Spedizione dei Mille, in cui i Garibaldini, nel 1860, combatterono per l’unificazione dell’Italia. La Battaglia di Calatafimi Segesta ebbe luogo sul colle di Pianto Romano, in cui oggi sorge un mausoleo commemorativo per ricordare tale episodio, ovvero il Sacrario di Pianto Romano.

Calatafimi Segesta Oggi

Oggi, Calatafimi Segesta è una città che presenta uno strepitoso patrimonio archeologico e culturale di primo livello, oltre a delle tradizioni folkloristiche che incantano tutti i suoi visitatori. La città è anche conosciuta per i Vicoli di Calatafimi Segesta, un avvenimento contemporaneo.

In conclusione, la storia di Calatafimi Segesta è un viaggio affascinante attraverso i secoli, che riflette la ricchezza e la diversità della cultura siciliana.

Di Giuseppe Cianci

Sono Giuseppe, 66 anni, fotografo per passione, webmaster, writer ed amante dei viaggi. Amo la mia Sicilia, che io considero l'isola più bella al mondo. Come blogger, racconto di tutto quello che mi interessa, dagli eventi ai viaggi, dalla politica alla difesa dei diritti dei più deboli. Scrivo in modo diretto, mi piace avere sempre un tono di voce cordiale e sincero.

error: Content is protected !!