Mar. Apr 23rd, 2024

Bronte è un punto di partenza per escursioni naturalistiche nel Parco dell’Etna e nel Parco dei Nebrodi, due aree protette che offrono paesaggi mozzafiato, flora e fauna variegate e percorsi per tutti i gusti.

L’oro di Bronte

Bronte è una città della Sicilia, situata alle pendici occidentali dell’Etna, il vulcano attivo più alto d’Europa. La sua storia è segnata da eruzioni, terremoti e lotte sociali, ma anche da una ricchezza culturale e naturale che la rende unica. Bronte è famosa in tutto il mondo per il suo pistacchio, chiamato l’oro verde per il suo colore e il suo valore. Il pistacchio di Bronte ha una qualità eccezionale, dovuta al terreno vulcanico, al clima e alla tradizione secolare dei coltivatori. Molti prodotti tipici del territorio fanno uso del pistacchio di Bronte, come il gelato, il torrone, il pesto e il liquore. Ogni due anni, a settembre, si celebra la Sagra del Pistacchio, una festa che attira migliaia di visitatori.

Il patrimonio storico e artistico di Bronte

Bronte ha anche un patrimonio storico e artistico da scoprire. Il suo monumento più famoso è il Castello di Nelson, che fu donato all’ammiraglio inglese Horatio Nelson dal re Ferdinando I delle Due Sicilie nel 1799, in segno di gratitudine per aver difeso l’isola dall’invasione francese. Il castello ospita un museo che racconta la vita e le imprese di Nelson, oltre a una collezione di arredi, armi e dipinti. Il castello è circondato da un parco con alberi secolari e una chiesa dedicata a Santa Maria.

Un altro luogo da visitare è il centro storico di Bronte, che conserva l’antica struttura urbanistica di origine araba, con stradine, cortili e chiese. Tra queste, spicca la Chiesa Madre, dedicata a San Biagio, il patrono della città. La chiesa ha una facciata barocca e un interno ricco di opere d’arte, tra cui un organo del XVIII secolo e un presepe del XIX secolo. Nella piazza antistante la chiesa si trova il monumento ai Caduti di Bronte, che ricorda la rivolta contadina del 1860, repressa nel sangue dalle truppe borboniche.

Tra le attrazioni naturali da non perdere ci sono il Monte Soro, il punto più alto dei Nebrodi, da cui si gode una vista panoramica sull’Etna e sulle isole Eolie, il Lago Maulazzo, un lago di origine glaciale circondato da boschi di faggi e abeti; e la Grotta del Gelo, una grotta lavica dove si trova il ghiaccio perenne più a sud d’Europa.

Bronte è una città che merita di essere visitata, per la sua storia, la sua cultura, la sua natura e il suo pistacchio. Una città che sfida il vulcano con il suo oro verde, e che regala emozioni e sapori indimenticabili.

Di Giuseppe Cianci

Sono Giuseppe, 66 anni, fotografo per passione, webmaster, writer ed amante dei viaggi. Amo la mia Sicilia, che io considero l'isola più bella al mondo. Come blogger, racconto di tutto quello che mi interessa, dagli eventi ai viaggi, dalla politica alla difesa dei diritti dei più deboli. Scrivo in modo diretto, mi piace avere sempre un tono di voce cordiale e sincero.

error: Content is protected !!